Snowboard: la guida completa per fare snow

Se amate la neve, probabilmente, sarete anche amanti dello snowboard. Si tratta infatti di uno dei modi più divertenti, e veloci, per imparare a scivolare e godersi la neve e la montagna. Imparare a utilizzare la tavola è più facile di quello che si pensa, molto più degli sci ad esempio. In questo articolo vi forniremo una guida completa, con tutte le informazioni utili che possono servirvi se la vostra intenzione è di andare in montagna a imparare a usare lo snow.

Da dove iniziare

Lo snowboard è nato circa cinquant’anni fa, negli anni Sessanta, negli Stati Uniti e solo dal 1998 è diventata pratica olimpica. Nel 2006 infatti, ai Giochi Olimpici si sono tenute le gare di snowboardcross, maschile e femminile.

Dopo questa brevissima infarinata storica, due parole sullo snowboard: per praticarlo vi servirà una tavola di legno, laminata, che dovrete utilizzare come se surfaste sulla neve. Quindi con entrambi i piedi sopra, in equilibrio. E se proprio l’equilibrio è il punto che vi preoccupa di più, niente paura. Avrete delle ganasce, ovvero degli attacchi che vi terranno i piedi fermi sulla tavola.

Le diverse discipline dello snow

Come anche per lo sci, lo snow si compone di diverse discipline. Ognuna prevede l’uso di una tavola diversa. Potrete praticare infatti Freestyle, dove il focus sono i salti, Freeride, dove si surfa un metro di neve fresca, fuori pista. Tutto questo naturalmente, stando possibilmente attenti agli alberi. Infine c’è l’All-mountain, che può anche essere tradotta con “un po’ di tutto”!
Se ancora avete dei dubbi su cosa vi piace fare, vi consigliamo di rivolgervi a un esperto, per farvi consigliare al meglio.

Scegliere la tavola

Se siete ai primi passi, e dovete ancora capire se si tratta o meno dello sport giusto per voi, il nostro consiglio è di affittare l’attrezzatura. In questo modo eviterete spese inutili. La tavola dovrà essere scelta in base al vostro peso e alle vostre preferenze. Quindi: se ancora non sapete cosa vi piace fare andate nel negozio che noleggia attrezzatura da sci, ditegli che state cominciando e che non avete esperienza. Molto probabilmente vi darà una tavola polivalente, cioè una All Mountain. Con questo genere di tavola potrete potete fare un po’ di tutto, fino a che non avrete le idee più chiare su quello che vi piace fare.

La prima cosa da fare, quando si decide di avvicinarsi al mondo dello snowboard, è individuare la  tavola più adatta alle nostre esigenze. Chi è all’inizio di solito si orienta verso una tavola “all mountain” o “free ride”. Esistono anche altre tavole, come le “freestyle” o le “alpine”, ma si tratta di prodotti più tecnici. Meglio utilizzarle solo dopo che si è maturata un po’ di esperienza. Queste tavole infatti vi permetteranno di raggiungere una maggiore velocità.

Esistono due modi di scendere con una tavola snowboard: regular e goofy. Regular è caratterizzato dal fatto che il piede sinistro, in una normale discesa, si trova davanti, vicino alla punta della tavola, mentre il piede destro si trova dietro, vicino alla coda della tavola. L’impostazione goofy è il contrario: il piede destro davanti e quello sinistro dietro. Un commesso in un negozio di tavole da snow, per capire qual è il vostro piede, vi darà una leggera spinta alle spalle. Il piede che appoggerete a terra per primo, per evitare di cadere o di sbilanciarvi in avanti, sarà il piede che andrà davanti sulla vostra tavola da snow.

La regola base per chi sceglie una tavola è di individuarne una che sia della vostra “altezza”. Infatti, la tavola da snow ideale è quella che vi arriva al mento o al naso, ma non è questo l’unico criterio di scelta. Fondamentale è anche il peso. Cercate quindi il giusto rapporto tra il vostro peso e la lunghezza della tavola, si tratta di un parametro fondamentale per poter fare snowboard come si deve.

Come andare in snow

Se non avete mai fatto snowboard, ci sono alcune cose da tenere a mente. I consigli sono di affidarvi ad un maestro, se non avete qualche amico che può darvi una mano a muovere i primi passi, o le prime scivolate, sulla neve, e di non scegliere piste difficili. Meglio andare per gradi. Ricordate sempre di leggere la segnaletica posta all’inizio e lungo la pista, per conoscere il livello di difficoltà, il nome e il numero del percorso. Le piste con pendenza inferiore al 5%, sono le verdi, non ne esistono tante, e di solito sono adatte ai principianti. Le piste azzurre invece sono per i principianti in avanzamento. Le piste rosse sono di media difficoltà adatte a persone abbastanza esperte. Infine, le piste nere, hanno una pendenza superiore al 40% e sono adatte agli sciatori esperti.

Per prima cosa, le curve: una volta allacciati gli scarponi agli attacchi, mettete il vostro piede dominante in avanti e fate una leggera pressione, come se doveste schiacciare qualcosa a terra. Quando inizierete a scivolare tenete la schiena dritta e piegate leggermente le ginocchia. Per fare una curva dovrete inclinare leggermente il corpo di lato, sostando il peso su uno dei bordi della tavola. All’inizio cadrete. Mettetelo in conto, non è un problema. Poi, provando e provando, capirete come usare le braccia e la torsione del torace per tenere l’equilibrio e controllare il peso sulla tavola. L’importante è non dimenticare mai di tenere piegate le ginocchia.

Per frenare dovrete girare lo snowboard in modo che sia perpendicolare alla pista e buttare leggermente il peso indietro. In questo modo, il vostro peso sarà solo su un bordo della tavola e rallenterete rapidamente. Se non state andando troppo veloci, potreste riuscire a fermarvi. Se non fosse sufficiente, perché magari avete preso più velocità, portate il peso sul piede dietro, quello non dominante, riducendo la superficie di tavola appoggiata sulla pista e permettendoti di frenare ancora più rapidamente.

Come cadere

Questo aspetto non è meno importante di “come andare in snow”. Infatti, le cadute sono all’ordine del giorno, non dovete avere paura né scoraggiarvi. Naturalmente non esiste un modo per cadere bene, ma ci sono alcuni piccoli suggerimenti che possiamo darvi, anche in questo caso. Se possibile, cercate di non cadere in avanti. In quel caso è più facile farsi male ai polsi. L’ideale sarebbe cadere con la schiena a monte, e sul sedere. Inoltre, quando state per cadere, ricordate di tenere ferme le gambe, i vostri piedi sono bloccati negli attacchi, quindi muovendole potreste farvi male alle ginocchia.

Un buon consiglio, se siete particolarmente preoccupati, è di fare un’assicurazione sportiva, che vi garantisca la copertura di tutte le spese dovute ad incidenti ed infortuni. Di solito queste assicurazioni comprendono spese mediche, chirurgiche, ricovero in ospedale e medicine prescritte, oltre a ricerca e soccorso non solo in pista, ma anche fuoripista.
Vi sarà utile per sentirvi più sicuri durante la pratica di questo sport invernale.

Abbigliamento da snowboard

Altro aspetto molto importante che riguarda lo snowboard è l’abbigliamento. Infatti è fondamentale essere comodi, caldi e soprattutto protetti. L’intimo termico è molto utile, sopra indossate poi dei pantaloni da neve impermeabili. L’impermeabilità è un vantaggio, perché se siete agli inizi passerete molto tempo a contatto con la neve (ve l’abbiamo già detto di mettere in conto qualche caduta?).

Scegliete una tuta che vi tenga caldi e che non si bagni. Sotto poi potrete vestirvi a strati, meglio se in abbigliamento tecnico traspirante, per evitare di sudare troppo.
Vi serviranno: maglie e pantaloni termici, una giacca a vento da snowboard, una felpa termica, pantaloni da snow impermeabili o una tuta snowboard, meglio se spezzata.
Il casco non potrà mai mancare. Non importa quanta esperienza avete, la caduta può capitare a chiunque ed è imprevista. Quindi bisogna fare attenzione e non trascurare mai la protezione. Poi, sotto potete indossare anche un cappellino tecnico, per tenervi caldi. Anche la mascherina è importante, perché proteggerà i vostri occhi dalla neve, dal freddo e dal sole. Inoltre, senza la maschera, sarà difficile fare snowboard dietro alle persone, in pista. Si solleverà la neve e non vedrete più niente!

Altra protezione, questa volta per le mani, sono i guanti. Sulla neve fa freddo e appoggiarci le mani non è piacevole. Quindi un paio di guanti tecnici è quello che farà per voi.
Ci sono poi i calzini. Sceglieteli da sci o da snowboard. I calzini vanno tirati su fin sopra il bordo degli scarponi, per evitare che si irriti la pelle.

Gli scarponi da snowboard devono essere prima di tutto comodi, perché il comfort degli scarponi fa metà dell’esperienza con la tavola da snowboard ai piedi. Il marchio conta, ma tenete presente che tutti i marchi, anche i più famosi, hanno modelli per principianti, quindi di qualità medio bassa, e altri modelli di qualità molto alta.

Un po’ di preparazione fisica

Come per tutti gli sport che non si praticano abitualmente, vi consigliamo di fare un po’ di preparazione fisica. Le prime volte saranno quelle più faticose, anche per via delle cadute più frequenti. Nella vostra preparazione atletica fate attenzione a gambe, schiena, addominali, ovvero i muscoli che utilizzerete di più, senza per questo trascurare le braccia. Qualche allenamento di ginnastica funzionale, vi aiuterà a migliorare forza, resistenza e agilità.

Chissà che questa guida non vi sia utile per convincervi a provare lo snowboard, se ancora non l’avete fatto!

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this